#FoodForest al Parco Viviani di Napoli: un anno dalla prima piantumazione

Nel 2020 abbiamo iniziato un’opera di cura e ripristino del verde urbano. Le attività svolte miravano ad arricchire con fiori ed erbe aromatiche le aiuole del Parco Viviani, Napoli. Questo ci ha portato poi alla prima piantumazione di alberelli nel febbraio 2021 all’interno dell’antico frutteto del parco urbano.

Il frutteto: risorsa verde al centro della città

Il frutteto è un’area di quasi 700 mq abbandonata da anni. Il progetto è nato con lo scopo di ripristinare l’accesso, la staticità e la bellezza di un luogo molto suggestivo.
Ispirandoci ai temi dell’agroecologia e della permacultura abbiamo applicato un approccio di progettazione che, integrando l’insediamento umano con il sistema natura, mira alla sostenibilità ambientale. In meno di un anno abbiamo piantato circa 40 alberi da frutto e decine di arbusti, piante aromatiche e da orto. Tutto questo è stato possibile grazie alla partecipazione di attivisti, donatori e volontari dell’associazione N’Sea Yet. La comunità ha contribuito alla costruzione della prima Food Forest urbana e pubblica al centro della città di Napoli. Ogni settimana questo luogo apre al pubblico per incontri di educazione ambientale, eventi culturali e attività per bambini.

Vista dall’alto del frutteto

Siamo orgogliosi del lavoro svolto in questi mesi e di come un parco pubblico possa diventare rigoglioso e luminoso. Vogliamo che sia un luogo di aggregazione e di educazione ambientale. Per questo motivo tutti gli eventi e gli incontri, organizzati in questi mesi, sono volti alla creazione di una comunità ecologica. Un gruppo di persone che condividono la stessa visione ECOcentrica del mondo e si prendono cura di uno spazio da tutelare dove gli alberi e le piante oltre ad essere decorativi,  fornire ombra ed ossigeno, forniscono anche cibo. Gli abitanti potranno  studiare l’evoluzione di questo piccolo ecosistema sia negli anni che nel corso delle stagioni. Vedranno i giovani alberi piantati insieme, alcuni cresciuti a casa da un semino, diventare adulti nel corso degli anni e i fiori diventare frutti e poi semi nel corso delle stagioni.

Ma cos’è una Food Forest

Una food forest non è solo un frutteto ma mira ad imitare i processi caratteristici di un ecosistema a “bosco immaturo”. Mentre una foresta matura è dominata da grandi alberi e una “chioma” chiusa che lascia penetrare poca luce, un bosco immaturo è caratterizzato da alberi di diversa dimensione, arbusti, erbe e presenta zone in ombra alternate a zone più illuminate offrendo una varietà di nicchie ecologiche ed elevata produttività. I processi e i cicli naturali mantengono la fertilità del terreno e la salute delle piante. Imitando questi processi e inserendo negli ecosistemi piante utili all’uomo è possibile creare dei sistemi di produzione di cibo che richiedono molte meno risorse di quelle correntemente richieste dall’agricoltura industriale contribuendo anche al miglioramento del suolo e dell’habitat invece che alla sua erosione e distruzione.