#CiaoDolceVita: l’avventura di Bianca e Andrea verso l’essenziale

Bianca e Andrea sono due ragazzi napoletani che nell’Agosto del 2019 hanno deciso di intraprendere un viaggio in un camper auto-costruito utilizzando, in maggior parte, materiali riciclati. Hanno raccontato la loro esperienza attraverso i loro canali social. La messa a punto del van è stata un impresa non facile ma che sono riusciti ad affrontare divertendosi. Sono riusciti a dotare il proprio camper di un impianto fotovoltaico, uno di riscaldamento a diesel, uno per il gas e anche per l’acqua calda. Sono il concreto esempio di come sia possibile vivere viaggiando da nomadi digitali!

Com’è nata l’idea?

“Il desiderio di allontanarci dallo stile di vita convenzionale e poter viaggiare per un lungo periodo di tempo, senza troppi pensieri, tipo essere legati ai mezzi di trasporto, hotel e orari prestabiliti, ci ha fatto sentire la voglia di staccare la spina. Anche se ci sono numerosi imprevisti a cui far fronte, la vita in van è stupenda. Ci eravamo organizzati preventivando di coprire le spese di viaggio per circa un anno con dei risparmi che avevamo accumulato”.

Andrea lavora come grafico pubblicitario a distanza e Bianca gestisce il suo business di abiti vintage ricamati a mano su Etsy.  Con i loro lavoro da nomadi digitali, i due ragazzi hanno deciso di “vivere con meno” e di circondarsi solo dell’essenziale.

#Prendi3 in viaggio

I due ragazzi, durante il loro viaggio in Europa, si sono fatti portavoce della campagna #Prendi3 coinvolgendo anche altri viaggiatori sul loro cammino a compiere il gesto di raccolta di 3 pezzi di plastica dalle spiagge.

La loro filosofia di vita è quanto mai necessaria per il periodo storico che stiamo vivendo. Non è da tutti decidere di intraprendere un’avventura di questo tipo ma lo stimolo fornito dal loro esempio è quello di riuscire a trovare stili di vita alternativi a quelli consumistici in cui siamo abituati a vivere come società.